Post

Literati Book Club: quando telefilm e letteratura si incontrano

Immagine
Buon pomeriggio, lettori!
Se avete seguito la pagina nelle scorse settimane, sapete di cosa sto per parlarvi. In caso contrario, lo scoprirete in questo articolo.
Negli scorsi mesi Angie the Geekpedia, che come sapete è una mia cara amica, ed io abbiamo pensato di collaborare con i nostri blog. Abbiamo trovato alcuni progetti interessanti che potevano fare al caso nostro, ma tra tutti questi solo uno era davvero quello perfetto e quello su cui volevamo assolutamente dedicarci nei prossimi mesi. 
Continuate la lettura per saperne di più!

Summer Reading 2018

Immagine
Buongiorno lettori! E buon weekend! Dopo una, più o meno lunga, assenza, torno sul blog a scrivervi. 
La sessione estiva mi ha tenuta occupata per tutto giugno, ma ora posso tornare a godermi qualche lettura un po' più impegnativa rispetto a quelle che mi hanno tenuto compagnia in queste settimane. Ovviamente, più avanti vi racconterò anche di questi brevi romanzi e graphic novel, perciò «stay tuned»!
Veniamo ora all'oggetto di questo articolo che apre il mese di luglio del nostro «Reading Café»!
L'estate, si sa, è anche tempo di letture. Soprattutto se si va in vacanza, ci si vuole portare dietro un amico letterario che possa tenerci compagnia ovunque andiamo. Non sono tipo da "lettura da ombrellone", perché, per me, non esiste. Lessi Madame Bovary a sedici anni, sotto un ombrellone di Altavilla Milicia in Sicilia, per dire. La lettura estiva, per me, è una lettura come un'altra. Mi piace, però, lo sapete, fare letture a tema e cosa c'è di meglio dell'av…

Dorothy Allison - La Bastarda della Carolina

Immagine
«Ecco quale doveva essere lo scopo del mio romanzo: raccontare una storia che avrebbe dato un senso a ciò che un senso non aveva, raccontarla in modo chiaro, così che chiunque avrebbe potuto fare riferimento a essa e dire: questa è la mia storia.»
Con questa frase, Dorothy Allison, spiega nella post-fazione perché abbia scritto La Bastarda della Carolina. Un romanzo che attinge molto alla sua storia personale e la mette nelle mani dei lettori. È una storia e non il resoconto della sua esperienza personale. La Allison ha creato la protagonista, "Bone", attraverso la quale seguiamo le sue vicende personali, la sua crescita e le dinamiche della sua famiglia. Bone, osso, ossicino, ecc., è il soprannome di Ruth Anne Boatwright. La seguiamo dalla sua nascita fino ai tredici anni, mentre cresce, piena di rabbia, in una famiglia numerosa, composta da zie, zii, cugini, una madre che cerca l'amore e un appoggio economico, ma soprattutto un padre per le sue figlie.
Perché questa rabb…

Efraim Medina Reyes - C'era una volta l'amore ma ho dovuto ammazzarlo

Immagine
Rabbia, autodistruzione e punk a Cartagena
È un romanzo senza troppe pretese, senza una trama complicata. Si tratta della raccolta caotica di un ragazzo che nel caos ci sguazza e non ne tira fuori niente di buono, a parte qualche corto amatoriale. C'è tutto quello che la colonna sonora punk e grunge vuole sottolineare: rabbia, ribellione, confusione, autodistruzione. Una proiezione (in alcuni momenti un po' distorta) di Sid Vicious e Nancy Spungen viene messa in parallelo con la vita del protagonista. Cartagena e Bogotà al posto di Londra e New York, l'amore malato e nocivo, la vita insoddisfacente di uno che vuole essere altrove, ma che non ha il coraggio di emergere e spiccare. A volte si sfiora il patetico, a volte ci si immerge nel maschilismo. Le risse sono quasi costanti, così come le bevute e le belle frasi da sottolineare che rimangono impresse nella memoria. È una lettura scorrevole, piacevole e leggera. Senti il sapore della birra, del rum e della nicotina ad ogni…

Intervista: Francesco Ambrosio

Immagine
Buongiorno e buon mercoledì, cari lettori!
Oggi vi presento un altro fantasy: Francesco Ambrosio. Ve lo faccio conoscere attraverso questa intervista che abbiamo realizzato insieme nei giorni scorsi. Altro giovane emergente italiano, ha vinto anche numerosi premi e menzioni. Ha già alle spalle alcune pubblicazioni, come «I guardiani dell’Efterion», con la casa editrice Bibliotheka Edizioni. A questo hanno seguito il secondo libro della saga: «I guardiani dell’Efterion, le leggende dello spazio», pubblicato su Amazon, in ebook. E sempre su Amazon, in ebook, ha pubblicato la fiaba spaziale «Le avventure di Lobo, il pianetino parlante», con la quale ha vinto la IV edizione del concorso “Libera la fantasia”; e altre storie in self legate all'universo da lui creato.



In questa intervista, però, Francesco ci parla, soprattutto, del suo ultimo lavoro. «Malkha, le avventure del giovane Nedo» lo troverete anche al Salone Internazionale del Libro di Torino, che si terrà dal 10 al 14 maggio. 

«I…

Reacap: marzo | aprile 2018

Immagine
Buongiorno lettori! Maggio è appena iniziato ed è il momento di portare un po' di ordine nei post di questi ultimi due mesi. Purtroppo ad aprile non sono riuscita a fare il recap di marzo, così lo includo in questo!
Cos'è successo, dunque, a marzo e aprile sul blog, in pagina e, in generale, nei miei interessi di così interessante da potervene parlare? 
Ve ne parlo ora, così da racchiudere in questo riassuntone tutto ciò che ho pubblicato. Almeno, nel caso ve lo siate perso, potete recuperarlo facilmente!
Buona lettura, se vi va!
E, ovviamente, sarei contenta di leggere i vostri commenti, questo è scontato!

John Irving - Le regole della casa del sidro

Immagine
John Irving, scrittore e sceneggiatore americano, si serve delle sue conoscenze per dar vita a questo romanzo dai toni dickensiani. Attinge al lavoro di suo nonno, primario alla Maternità di Boston e docente di ostetricia ad Harvard per la stesura di questo romanzo che può essere considerato come un manifesto per i diritti delle donne.
«Se l'aborto fosse legale, tu potresti rifiutarti - anzi, date le tue convinzioni, dovresti rifiutare di eseguirli. Ma dal momento che sono contro la legge, come puoi dire di no? Come puoi riservarti il diritto di scelta in materia quando vi sono tante e tante donne che non hanno la libertà di scegliere, esse stesse? Le donne non hanno scelta. So che sai che non è giusto, ma come puoi, tu - proprio tu, fra tutti - COME PUOI RITENERTI LIBERO DI SCEGLIERE DI NON AIUTARE CHI NON È LIBERO DI OTTENERE ALTRO AIUTO? Tu devi aiutarle perché sai come fare. Pensa, chi le aiuterebbe se ti rifiuti tu?»Un romanzo che parla di aborto, di abbandoni, di delusioni, d…