lunedì 17 ottobre 2016

Fangirl - Rainbow Rowell

 FANGIRL uscirà, finalmente, in Italia il 18 ottobre, edito dalla casa editrice Piemme, che della stessa scrittrice, Rainbow Rowell, ha già pubblicato i romanzi:

"Eleanor & Park" (novembre 2014)

"Per l'@amore basta un click" (giugno 2012).


Trama:
Approdata all'università, dove la sua gemella Wren vuole solo divertirsi tra party, alcool e ragazzi, la timidissima Cath si trova sola per la prima volta e si rinchiude nella sua stanza a scrivere la fanfiction di cui migliaia di fan attendono il seguito.
Ma una compagna di stanza scontrosa con il suo ragazzo carino che le sta sempre intorno, una professoressa di scrittura creativa che pensa che le fanfiction siano solo un plagio, e un affascinante aspirante scrittore che vuole lavorare con lei, obbligheranno Cath ad affrontare la sua nuova vita.


Dal sito Piemme: http://www.edizpiemme.it/libri/fangirl



E' una storia molto semplice, di una ragazza americana - Cath - che deve ambientarsi al college, con persone che non conosce, una sorella - gemella, Wren - che vuole staccarsi da lei e vivere ogni esperienza che il college ha da offrirle. 
Nerd, amante del fantasy e delle fanfiction, si rende conto che non è in grado di farsi nuovi amici, di vivere in società, non vuole conoscere nuove persone, ha paura a lasciare solo il padre, che vive a miglia di distanza.  Ed è appunto su questo che vorrei concentrarmi in questo post, e non soltanto sull'altro aspetto del libro, quello della sua vita da fanigirl (che rappresenta parte importante di quel che è Cath); perché al di là dell'aspetto di "scrittrice di fanfiction", c'è una ragazza che deve fare in conti con un mondo in cui si trova fuori posto, in cui non tutti capiscono le sue passioni, i suoi interessi e anche gli impegni che da queste cose derivano. Passioni che ha anche usato come ancora di salvezza.
Si nota la facilità che Cath dimostra nel relazionarsi con i lettori (delle sue fanfiction) che la seguono su internet e, per controparte, la difficoltà che ha ad interagire con le persone in carne ed ossa che la circondano. Persone a cui, però, si abitua piano piano, durante il suo primo anno di college. Persone che si approfittano di lei, che la tradiscono, ma anche persone che si affezionano e che si innamorano di lei.

"Fangirl", in sostanza, è la storia di Cath, questa ragazza che esce dalla vita "internettiana" per vivere, anche, in quella reale, in un mondo che di magia - quella che tanto ama e che caratterizza la sua saga preferita - non ne ha, ma che può essere altrettanto bello, con le persone giuste. Cosa che capirà, con i suoi tempi.
La particolarità di questo libro è, appunto, l'aspetto da "fangirl" della protagonista. La sua passione per la lettura, che la porta anche a scrivere, per anni, fanfiction da condividere con il fandom (termini di internet che vengono inseriti in un romanzo). Si parla di uno stile di vita che non tutti conoscono e a cui non tutti appartengono e che non è comprensibile a tutti, ma che grazie al web (ai forum in passato, a Facebook più recentemente ed oggi giorno) ha aiutato a legare chi ha gli stessi interessi, che si tratti di manga, anime, telefilm, film, libri e videogiochi.

C'è un seguito di "Fangirl", anche se non è un sequel della storia di Cath, ma del fantasy che è ripetutamente citato in questo romanzo e di cui Cath scrive le sue fanfiction: è un fantasy che ricorda molto Harry Potter (lo omaggia, a suo modo) e che tocca anche il tema dell'omosessualità. Il romanzo in questione si intitola "Carry On: The Rise and Fall of Simon Snow" (ancora non si sa se e quando verrà pubblicato e distribuito in Italia).


Nessun commento:

Posta un commento